Recensione: fontanelle per gatti

Nella presentazione non l’avevo scritto, ma in casa vivo con un umano e due gatti, il primo si chiama Sandro, gli altri due Lamù e Django. Hanno rispettivamente 7 e 5 anni e come dico spesso sorridendo: la prima l’abbiamo voluta il secondo è capitato 🙂

Sono fermamente convinta che quando si sceglie di adottare un animale si deve dargli il meglio in termini di alimentazione, stimoli, cure e qualsiasi altro aspetto della vita. Anche perchè se stanno male non parlano ed è difficile curarli, oltre alla spesa economica, quindi cerco di limitare al minimo le visite dal veterianario, tranne che per il controllo annuale e l’eventuale vaccino.

Nella lista di “prendersi cura” per me c’è anche lo stimolo a farli bere. La giusta idratazione nel gatto aiuta a prevenire problemi come colpi di calore in estate, oppure problemi legati alle vie urinarie come cistiti, calcoli, insufficienza renale ecc. e dovranno bere quanto più si nutrono di croccantini, che per quanto siano bilanciati a livello nutrizionale hanno un basso contenuto di acqua, rientrando appunto nel “cibo secco”.
I miei gatti in questi anni hanno avuto due fontanelle.

La prima è la Drinkwell Original.

Questa fontanella dura anni! L’ho cambiata per avere il tempo di ripulirla accuratamente, ma fin’ora ho solo cambiato il filtro.
Il problema di questa fontana è proprio la difficoltà a pulirla: si accumula il calcare sul fondo, sul “rubinetto” e nello scivolo dove cade l’acqua. Io non so se ai gatti questo può creare problemi, ma nel dubbio preferisco che sia sempre pulita.
Un altro difetto è che l’acqua si sporca facilmente: il motore tira l’acqua facendo bloccare eventuali peli nella bocchetta di aspirazione, ma è poco potente quindi non è sufficiente a filtrarla.
Oltre alla durata il suo punto di forza è che anche se la fontana è spenta l’acqua resta nella conca, quindi i gatti anche di notte (quando ho l’abitudine di spegnerla) possono bere in assoluta libertà.

Per avere il tempo di pulire per bene la Drinkwell ed eliminare ogni residuo di detersivo ho preso la Catit Design Fresh e Clear.


Assoluto punto di forza è la capienza: 2 litri, il doppio rispetto alla precedente…e quando il livello di acqua si abbassa è parecchio rumorosa quindi sai quando rabboccare. Ci sarebbe anche un galleggiante, ma funziona una volta si e 200 no quindi non ci faccio molto affidamento.
Dalla foto si nota che il sistema di circolazione dell’acqua consente di avere sempre acqua pulita.
Tra i contro ci metto il fatto che la spinta dell’acqua è debole ed è quasi assente l’effetto “fontanella” che i miei gatti amano; ma soprattutto, quando la fontana non è in funzione, i gatti non possono bere perchè l’acqua si deposita sul fondo e non è raggiungibile.
La presa usb: assolutamente inutile, ma ultimamente questi gadget piacciono quindi è stata fatta questa scelta.

Al momento sto usando la Catit, ma con l’inizio del caldo rimetterò la Drinkwell in modo che i miei pelosotti possano bere anche di notte soprattutto quando c’è caldo.

Nota: questo post non è sponsorizzato.